Nel 2009 ce li immaginavamo tutti… In Galera!

Ormai si è costruito un sistema di omertà blindato. Testimoni non se ne trovano più… collaboratori non ce ne sono più….i magistrati che hanno osato fare indagini sui potenti sono stati sottoposti a procedimento disciplinare e trasferiti d’ufficio con procedure sommarie. (…) Credo che se questa partita delle intercettazioni sarà perduta non avremo soltanto una pessima riforma processuale, ma avremo uno squilibrio dei poteri in Italia. In un paese come questo in cui tutti gli anticorpi sono stati disinnescati e dove soltanto le macchine, le microspie svolgono una funzione di opposizione e di visibilità democratica, quando anche le macchine saranno messe a tacere, io credo che questo Paese sarà messo a tacere”

Roberto Scarpinato, procuratore aggiunto presso la Procura di Palermo

23 febbraio 2009

Per opporci a una supposta “riforma” che dietro il falso obiettivo di difendere la privacy dei cittadini si propone di nascondere le malefatte dei potenti, noi giornalisti di Nuova Informazione e Impegno Sindacale nel 2009 abbiamo deciso di prendere posizione in modo chiaro e netto. Lo abbiamo fatto comunicando a tutti e non soltanto agli addetti ai lavori che la posta in gioco è la libertà di stampa, ovvero il diritto-dovere del giornalista di informare e il diritto del cittadino di sapere, di conoscere le notizie che lo interessano. La legge che il governo voleva portare in parlamento non si preoccupava soltanto di “spegnere le macchine”, come dice Scarpinato, ma anche di impedire che le indagini in corso fossero portate a conoscenza dell’opinione pubblica fino al momento del processo. Volevamo spiegare in modo chiaro, divertente e inoppugnabile cosa non avremmo mai saputo se questa legge fosse stata in vigore, cosa rischiamo in futuro di non sapere, o di sapere troppo tardi, se mai un giorno sarà riproposta e approvata.

Per questo motivo è nata “IN GALERA! – Gli articoli che potremmo non leggere più”, una manifestazione-spettacolo messa in scena grazie all’adesione convinta (e gratuita) degli attori e del regista, e grazie alla partecipazione altrettanto appassionata di tutti i colleghi che sono intervenuti e che hanno collaborato all’allestimento.

I giornalisti di Nuova Informazione e Impegno Sindacale

 


1.a parte: introduzione e ‘i furbetti del quartierino’

2.a parte: le scalate di Ricucci (RCS) e Consorte (BNL)

3.a parte: Berlusconi (rac)comanda alla RAI

4.a parte: da Calciopoli al ‘Santa Rita’

Questo inserimento è stato pubblicato in Video e il tag , , , , , , , , , , , , , , . Metti un segnalibro su permalink. Sia i commenti che i trackback sono chiusi.
  • L’editoriale

  • News


    Visualizza tutte le news