Una lezione di solidarietà da Sky

Dopo una corsa ad ostacoli, interni ed esterni (e pure un po’ di fuoco amico), alla fine la solidarietà l’ha avuta vinta sui giuridicismi. A giorni infatti dovrebbe venire ufficialmente firmato l’accordo, tra CdR Sky Tg24 e azienda, per la stabilizzazione di 13 giornaliste/i precari secondo il principio ascensoristico del “ci stringiamo un po’ e così ci stiamo tutti”. Un principio condiviso da buona parte della redazione (82 su 137) nel corso d’un referendum

e che prevede da una parte l’assunzione programmata ed a tempo indeterminato dei colleghi precari e il varo di una nuova pianta organica e, dall’altra, una rinuncia dei già assunti t.i. all’1,69% della retribuzione e la proroga di due anni dell’integrativo. Una soluzione innovativa e molto interessante anche per le prospettive che apre. In questo scambio ogni redattore rinuncia a poco meno di 40 euro al mese, purchè l’azienda ne investa a sua volta 100.

Questo inserimento è stato pubblicato in Dipendente, Diritti e Doveri, Lavoro, Senza categoria, Vertenze. Metti un segnalibro su permalink. Sia i commenti che i trackback sono chiusi.
  • L’editoriale

  • News


    Visualizza tutte le news