Nuovi soci per Casagit, ma il “nocciolo” resta ai giornalisti

Nella giornata di ieri, 12 giugno, l’assemblea nazionale dei delegati Casagit riunita a Bologna ha approvato lo statuto della nuova fondazione che verrà costituita secondo le procedure previste dalla normativa nel prossimo (pressoché immediato) futuro. La fondazione sarà amministrata da giornalisti e avrà come scopo quello di garantire servizi sanitari, dettagliati nello statuto, ai giornalisti: in parte attraverso l’esercizio delle funzioni finora svolte dalla Commissione permanente ed in parte attraverso deliberazioni specifiche. Il grosso delle funzioni attuali di Casagit confluirà entro la fine dell’anno nella nuova Casagit Società di mutuo Soccorso, una nuova veste che oltre a assicurare regimi fiscali e normativi specifici delle mutue permetterà di allargare la platea degli assistiti ad altre mutue, a categorie professionali, a aziende o a singoli. Rimane intatta Casagit Servizi che però confluirà nella Fondazione. Sostanzialmente sta accadendo quanto ci raccontavano, mesi addietro, Barbara Bisazza e Laura Barsottini. L’operazione ha visto la luce con un voto quasi unanime e con il consenso, sia pure non necessario, degli altri Enti di categoria.

G. B.

Questo inserimento è stato pubblicato in Previdenza, Senza categoria. Metti un segnalibro su permalink. Sia i commenti che i trackback sono chiusi.

Un Commento

  1. Nuova Informazione
    Pubblicato il 13 giugno 2019 alle 09:33 | Permalink

    E QUESTA L’ULTIMA INFORMATIVA, DI INIZIO APRILE, INVIATA IN NUOVA INFORMAZIONE DALLE DELEGATE BARBARA BISAZZA E LAURA BARSOTTINI:

    Il 10 e 11 aprile l’assemblea nazionale dei delegati Casagit si riunirà in via straordinaria per esaminare la proposta di riforma dell’ente, già approvata all’unanimità dal Consiglio di amministrazione della Casagit. La proposta è stata elaborata da una specifica “Commissione per la Riforma dell’assetto istituzionale”, che ci ha lavorato per circa un anno e mezzo – avvalendosi della consulenza di diversi studi legali – studiando l’impatto su governance e patrimonio, oltre agli aspetti fiscali e tributari.
    La proposta prevede che la Casagit costituisca una Fondazione, in cui far confluire la maggior parte del patrimonio e le quote di Casagit Servizi Srl, e poi proceda alla trasformazione giuridica di Casagit in una Società di mutuo soccorso (Sms), dotata di personalità giuridica e qualificabile come Ente del Terzo Settore, con lo scopo di aprirsi a nuove popolazioni produttive. Tale processo dovrà comunque garantire il mantenimento della governance in capo alla categoria dei giornalisti nonché la massima tutela del patrimonio.
    Lo scopo della Fondazione sarà fornire servizi socio-assistenziali ai giornalisti italiani, assicurare continuità e sostenibilità al welfare sanitario della categoria, partecipare a iniziative per l’assistenza ai giornalisti anziani (case di riposo ecc.), assicurare interventi ed erogazioni straordinarie a integrazione dei rimborsi della Casagit. La Commissione Permanente con le sue funzioni, prevista attualmente dallo Statuto Casagit, verrebbe istituita in seno alla Fondazione.
    La Federazione Nazionale della Stampa assumerebbe il ruolo di “Socio Sostenitore” della Sms e continuerebbe a essere rappresentata nel CdA da un consigliere di amministrazione, con diritto di voto.
    Se l’assemblea approverà la proposta di questo modello, a giugno si riunirà nuovamente per esaminare il nuovo Statuto e con la fine del 2019 il processo di trasformazione verrebbe completato.. A quel punto partirà la sfida di saper concretamente attrarre nuove popolazioni produttive/categorie professionali che permettano economie di scala più vantaggiose per tutti.

    Laura Barsottini e Barbara Bisazza, delegate all’assemblea nazionale Casagit

  • L’editoriale

  • News


    Visualizza tutte le news