Donne di carta che non si sono piegate

Fabbricare la carta con la lignina o produrre il testo che lì sopra verrà ospitato, oppure lavorare alla costruzione di un libro scolastico sia esso fisico o e-book… Un universo di mestieri della comunicazione in velocissimo cambiamento. E anche l’informazione assume supporti e contorni e attori sempre diversi, che lo si voglia vedere oppure no. Tutto questo in qualche modo entra nel libro “Donne di carta” di Mara Cinquepalmi, frutto d’una ricerca lunga dieci anni su un’eccellenza industriale del Meridione, che verrà presentato martedì 29 maggio (ore 17.30) alla Camera del Lavoro

di Milano. Le operaie di “Donne di carta” rivivono attraverso i documenti e le vive testimonianze delle ormai anziane ma sempre combattive testimoni. Sottotitolo: “Il Poligrafico nei documenti dell’Archivio di Stato di Foggia e nei ricordi delle lavoratrici”.
L’autrice è una collega di Bologna, ma originaria di Foggia, che sarà affiancata nel dibattito dalla direttrice dell’Archivio del Lavoro, da una docente specializzata in storia del lavoro operaio, dal direttore dell’Archivio di Stato e dal segretario generale del sindacato di settore (Slc-Cgil, Lavoratori della Comunicazione. Mancate solo voi, tra il pubblico
Donne di carta martedì 29 maggio

Questo inserimento è stato pubblicato in Diritti e Doveri, Lavoro, Pari Opportunità, Senza categoria. Metti un segnalibro su permalink. I trackback sono chiusi, ma puoi inviare un commento.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*
*

 
  • L’editoriale

  • News


    Visualizza tutte le news