Desdemona torna per farci riflettere

Mai spegnere la luce sul sangue che scorre. L’assassinio di una donna perché donna è un arbitrio di potere che dura da millenni e dunque non ci si deve illudere che possa essere sradicato tanto facilmente. O che non venga ricacciata indietro questa recente e fragile presa di coscienza, che ha imposto di dare voce e parola propria al delitto: femminicidio… Le giornaliste più d’altre sentono il dovere di tenerla accesa questa luce e di usare e far usare cronache corrette e parole rispettose: lo fanno attraverso il lavoro della Cpo Fnsi e dell’Associazione Giulia. Conforta sapere di non essere sole, come dimostrano i tanti colleghi uomini che hanno sottoscritto il Manifesto di Venezia (25 novembre 20017). Anche per mantenere accesa questa luce tornerà lo spettacolo “Desdemona e le altre”, nella sua ultima versione, la sera del 6 febbraio alla Casa delle Donne di Milano:

proiettato e poi discusso, assieme ad autrici e regista, da chi quotidianamente combatte le violenze sulle donne: il giudice Fabio Roia, la criminologa Francesca Garbarino, il sociologo Enrico Finzi. Inizio alle ore 20, ma dalle 19 sarà già possibile scambiare qualche riflessione con autrici ed autori.
desdemona solo foto

Questo inserimento è stato pubblicato in Pari Opportunità, Senza categoria, Società. Metti un segnalibro su permalink. Sia i commenti che i trackback sono chiusi.
  • L’editoriale

  • News


    Visualizza tutte le news