Caro amico ti scrivo… (e forse t’invito)

Della serie, mettere a disposizione le fonti. Poi il buon giornalismo sa come utilizzarle. Nello scontro elettorale in atto per l’elezione dei colleghi che ci rappresenteranno all’Inpgi in un momento aspro e difficile della sua storia – ricordiamo l’incontro di mercoledì 5 a Palazzo Chigi in difesa della previdenza e del lavoro della categoria – c’è stata anche la vicenda dell'”invito” rivoltoci (anzi rivolto solo ad alcuni fra noi e pure in zona cesarini) dall’alleanza Stigliano-Alberizzi-Abruzzo-Gallizzi. Ad un loro dibattito già organizzato e blindato. Rivolto alla presidente dell’Inpgi nella data che la vede notoriamente impegnata col premier, rivolto al presidente della Lombarda per un incontro già organizzato col segretario della Romana, rivolto ai due consiglieri uscenti Marina Cosi e Claudio Scarinzi. A seguire la lettera di Stigliano e più oltre la sua replica, quindi le risposte di Macelloni e Cosi.

spartito Dalla

1) Daniela Aurelia Stigliano
sab 1 feb, 16:14
a pperucchini, marina.macelloni, me, Scarinzi, Perucchini, Abruzzo, Massimo, giuseppe, Lazzaro

Care colleghe, cari colleghi,
vi scrivo, anche a norme di Franco Abruzzo, Massimo Alberizzi e
Giuseppe Gallizzi, per invitarvi al dibattito tra candidati alle
elezioni del 10-16 febbraio ed esperti di previdenza su “L’Inpgi e il futuro delle nostre pensioni” che abbiamo organizzato a Milano per mercoledì 5 febbraio alle ore 12 alla Sala Stampa di via Cordusio.
All’incontro parteciperanno anche il segretario di Stampa romana,
Lazzaro Pappagallo, esponenti delle associazioni dei comunicatori ed esperti di previdenza.
Speriamo che i vostri impegni vi permettano di partecipare al
dibattito, che sarà l’occasione per affrontare i temi della campagna elettorale, la situazione della previdenza dei giornalisti e le proposte in campo per mettere al sicuro le nostre pensioni, attuali e future, e fornire così ai colleghi-elettori tutte le informazioni utili a scegliere consapevolmente chi votare come proprio rappresentante all’Inpgi per i prossimi quattro anni.
Restiamo in attesa di una vostra risposta.
Un saluto,
Daniela Stigliano

2) Macelloni Marina
dom 2 feb, 10:27
a Daniela, pperucchini@assogiornalisti.it, me, Scarinzi, Perucchini, Abruzzo, Massimo, giuseppe, Lazzaro

Cara Daniela, cari tutti, grazie dell’invito e dell’opportunità di parlare dell’Inpgi. Ma, come credo saprai, il 5 febbraio sarò a Palazzo Chigi per la prima riunione del tavolo convocato dal presidente del Consiglio Conte proprio sul futuro dell’Inpgi. Certo, ad averlo saputo prima avremmo potuto, nell’interesse dei colleghi, concordare una data buona per tutti. E magari avrei potuto suggerire qualche bravo esperto di previdenza per arricchire il dibattito. Sono certa che ci saranno altre occasioni. Un caro saluto
Marina Macelloni

3) Daniela Aurelia Stigliano
dom 2 feb, 11:07
a Macelloni, pperucchini@assogiornalisti.it, me, Scarinzi, Perucchini, Abruzzo, Massimo, giuseppe, Lazzaro

Cara Marina, grazie per la risposta. La data del 5 febbraio era fissata da tempo, anche se organizzare un incontro senza poter contare su sedi gratuite e iniziative del sindacato, come sta avvenendo in tutte le altre regioni, comprenderai che è più complicato (e pure costoso). Del resto, non potevamo immaginare che il governo decidesse di aprire un tavolo istituzionale, seppur tecnico, proprio alla vigilia delle elezioni.
Ci spiace molto che tu non possa essere presente proprio al confronto tra candidati nella tua circoscrizione. Contiamo comunque che gli altri colleghi della tua lista e il presidente della Lombarda possano intervenire al nostro incontro, nell’interesse dei colleghi. E attendiamo le loro risposte.
Un caro saluto, Daniela

4) Marina Cosi
dom 3 feb, 23:10
a Daniela, Macelloni, pperucchini@assogiornalisti.it, Scarinzi, Perucchini, Abruzzo, Massimo, giuseppe, Lazzaro

Cara Daniela, oltre che cari colleghi in copia (occhio, l’email del presidente della Lombarda, Perucchini, è sbagliata),
ci conosciamo da una vita ed ho sempre apprezzato il tuo senso dell’umorismo, ma credo che stavolta tu ti sia superata. Organizzi a Milano per il 5 febbraio una legittima iniziativa elettorale di parte, con anche il presidente della Romana, Pappagallo. Poi solo ora nel weekend “inviti” quattro colleghi lombardi di Controcorrente fra cui la presidente dell’Inpgi.
Ma tutto il mondo già sapeva dell’impegno di Marina Macelloni il 5 a Palazzo Chigi, al tavolo istituzionale convocato da Conte per discutere del nostro futuro, ossia di previdenza e lavoro. Peccato che tempo addietro la presidente dell’Inpgi la propria disponibilità ad illustrare a Milano storia, criticità e prospettive dell’Istituto l’avesse già offerta, ma invano. Doveva parlare su richiesta di colleghi Mondadori il 24 gennaio e di colleghi Sky domani. Però, dopo una lettera inviata alle rispettive aziende da Massimo Alberizzi – che firma con te questo “invito” -, le medesime aziende hanno ritirato la disponibilità a concedere gli spazi.C’è stato un altro recente, sgradevole caso, che mi ha coinvolta. Il direttore della Scuola di giornalismo AWT annuncia per lo scorso 13 gennaio un incontro con gli studenti per illustrare l’Inpgi. Mi sembra normale proporre a Cavalera di invitare la presidente Macelloni, dopo essermi accertata che lei quel lunedì sia a Milano, ma lui rifiuta, invita me, ci vado. Trovo al tavolo solo colleghi dell’opposizione e, quando inizio a parlare dell’Istituto, proprio tu, Daniela, alzi la voce, mi interrompi, accusi di utilizzare argomenti politici: fra una rissa davanti ai ragazzi e un buon tacere scelgo il secondo. E tu, che mi conosci da quand’eri una giovanissima praticante, puoi ben immaginare quanto mi sia costato.
Per cui, cara Daniela, diciamo che mi è bastata quella volta… Perché sai bene che ai confronti, ma quelli veri, condivisi sin dalla scelta della data, non mi sono mai sottratta. Per i quali non mancherà occasione, anche presto, ne sono certa.
Un caro saluto,
Marina (Cosi)

4 bis) Marina Cosi
dom 2 feb, 23:40
a Daniela, Macelloni, pperucchini@assogiornalisti.it, Scarinzi, Perucchini, Abruzzo, Massimo, giuseppe, Lazzaro

Per giusta attribuzione e non solo per pignoleria mi correggo: il collega Pappagallo è segretario dell’assostampa romana e non presidente, che è invece l’analoga qualifica del lombardo Perucchini. Stessa funzione, nomi diversi. E’ la specificità ambrosiana, bellezza!
Un nuovo caro saluto,
Marina (Cosi)

Questo inserimento è stato pubblicato in Previdenza, Senza categoria e il tag , , , . Metti un segnalibro su permalink. Sia i commenti che i trackback sono chiusi.
  • L’editoriale

  • News


    Visualizza tutte le news