Autonomia chiede certezze per l’Unità

incertezza“L’assemblea nazionale di Autonomia e Solidarietà esprime piena solidarietà alla redazione de l’Unità.
Da giorni il quotidiano è in edicola senza le firme dei colleghi. Una forma di protesta cui la redazione è stata costretta per denunciare i gravi rischi che corre la testata fondata da Antonio Gramsci proprio nel 90° della sua fondazione.
Malgrado tre giorni di sciopero l’azienda e i soci non hanno ancora fornito alcuna risposta

alle richieste di un piano di vero rilancio del giornale avanzata dal comitato di redazione.
L’assemblea nazionale di Autonomia e Solidarietà condivide la preoccupazione dei colleghi de l’Unità per il futuro della loro testata, sottolinea l’importanza di questa voce nel panorama dell’informazione del nostro Paese e sostiene la richiesta di chiarezza sulle prospettive e di certezza sugli assetti proprietari della società editrice avanzata dalla redazione con il pieno appoggio della Fnsi e delle associazioni di stampa territoriali.
Chiede a tutti di fare la propria parte per difendere l’Unità e per tutelare i diritti e l’occupazione chi vi lavora.
Agli attestati di solidarietà è necessario che seguano atti concreti. Non si può più attendere.”
Roma, 18 maggio 2014

Questo inserimento è stato pubblicato in Diritti e Doveri, Lavoro, Professione, Vertenze. Metti un segnalibro su permalink. Sia i commenti che i trackback sono chiusi.
  • L’editoriale

  • News


    Visualizza tutte le news