Ridisegnare i confini, superare le barriere

Una riflessione, parziale, sul mondo del lavoro giornalistico, sulla sua possibile ridefinizione sistematica, sul suo ruolo in un mondo profondamente cambiato dalla crisi economica e dalla trasformazione del quadro politico e culturale.

I tanti modi in cui oggi si realizza il lavoro giornalistico vanno ricondotti a una unità chiara e ineludibile, quale precondizione per qualsiasi intervento politico sindacale nel settore.

Cominciamo dai tanti modi?
Leggi tutto »

Pubblicato in Senza categoria | Scrivi un commento

Contributi abbattuti se assumi un giovane giornalista

Sgravi contributivi per chi assume giovani – con meno di 35 anni- giornalisti. L’Inpgi ha deciso di intervenire a sostegno di un mercato del lavoro in condizioni sempre più drammatiche, recependo anche nel proprio ordinamento le disposizioni introdotte per la generalità dei lavoratori con la legge di bilancio 2018. Il CdA ha impegnato l’istituto a riconoscere l’esonero sino Leggi tutto »

Pubblicato in Lavoro, Senza categoria, Soldi e Salute | Scrivi un commento

Un Crimi.ne contro la libertà

«È di inaudita gravità la decisione di inserire il taglio dei contributi all’editoria nello schema della legge di bilancio, annunciata dal sottosegretario Vito Crimi death-159120_1280 Leggi tutto »

Pubblicato in Lavoro, Professione, Senza categoria, Società | Scrivi un commento

Guido Columba se n’è andato, ma la sua battaglia continua

Ciao Guido, bella persona, collega integro, grande organizzatore sindacale, padre nobile dell’Unione cronisti. Guido Columba era nato nel ’46 – annata d’oro – e dopo aver combattuto per quasi un decennio contro un male che ne aveva piegato il corpo ma non lo spirito ha ceduto iersera al Gemelli di Roma. Nato a Bolzano – “per caso” diceva lui, ma l’efficienza austroungarica l’aveva assorbita coi primi respiri – vissuto a Roma, cronista a tempo pieno, combattente corretto e progressista, ha iniziato al Giornale d’Italia e poi nel periodo migliore di Paese Sera per otto anni, concludendo la carriera con un trentennio all’agenzia Ansa. Sin dai primi anni ’70 Leggi tutto »

Pubblicato in Senza categoria | Commenti chiusi

Panorama, subito sciopero contro le condizioni umilianti della cessione

Sciopero immediato. L’assemblea di Panorama ha ascoltato le condizioni durissime poste dal compratore, e non ha avuto dubbi su come reagire. Uno sciopero che dovrebbe essere – “in bianco” – di tutta la categoria giornalistica, perché se quel diktat dovesse passare rappresenterebbe, oltre che una resa gravissima, un precedente inedito. Eppure… L’assalto alle regole, contando sulla contrazione del mercato dei media, soprattutto cartaceo, e sulle conseguenti difficoltà occupazionali sta provocando danni gravissimi. Abbiamo visto “editori” fare esercizi di scatole magiche, moltiplicare le testate, cederle a figli, a gestori stranieri, a stranieri neanche gestori, umiliando i giornalisti e beffando il pubblico dei lettori che, loro sì, possono reagire e lo fanno scappando dalle edicole. Lamberto Sechi Leggi tutto »

Pubblicato in Lavoro, Professione, Senza categoria, Vertenze | Commenti chiusi

Attraverso Federica minacciato il nostro diritto ad essere informati

di Maurizio Calò
È da qualche tempo che si sente parlare di Federica Angeli sotto scorta, una giornalista che deve essere protetta perché minacciata dai clan che infestano Ostia, il Lido di Roma, “er mare de Roma”.
Si fa presto a dire “minacciata”.
Di questi tempi la gravità delle parole è quasi entrata nell’ordine delle cose e tutto si fa di giorno in giorno più confuso. Ci sono quelli che fanno gli europeisti con il porto degli altri; c’è un Erdogan che, quasi fosse un
paladino della libertà di espressione, Leggi tutto »

Pubblicato in Diritti e Doveri, Senza categoria, Società | Commenti chiusi

Caro governo (di Malta), adesso cerca i mandanti

Inquietante è dir poco. Che ogni giorno si debba intervenire su un cronista ucciso, un diritto all’informazione gravemente leso, un giornalista intimidito… Eppure è l’unico modo, non solo per onorare chi ci ha lasciato la vita o vive in trincea, ma anche per ricordare che non esiste libertà senza libertà d’informazione. Per questo dal 15 al 17 ottobre, per il primo anniversario dell’uccisione di Daphne Caruana Galizia, fatta saltare in aria con un’autobomba,la Fnsi sarà nella delegazione Efj (federazione europea dei giornalisti) che parteciperà alla commemorazione a Malta. E a un successivo incontro, già richiesto, coi vertici dello Stato. Così a La Valletta. A Bruxelles intanto, a mezzogiorno dello stesso 16 ottobre, tutti i colleghi presenti in città sono invitati a partecipare alla veglia silenziosa organizzata Leggi tutto »

Pubblicato in Diritti e Doveri, Professione, Senza categoria | Commenti chiusi

Ancora un assassinio. Victoria uccisa e offesa.

Viktoria Marinova, giornalista televisiva di 30 anni, è stata brutalmente assassinata nella città di Ruse, in Bulgaria. Il ministero degli Interni ha confermato che la vittima è stata anche stuprata. Nell’ultimo periodo, Marinova stava lavorando su una presunta corruzione che coinvolge i fondi dell’Ue. Secondo la polizia non ci sono legami tra l’omicidio e il suo lavoro, ma gruppi anticorruzione e membri del Parlamento europeo hanno chiesto un’indagine completa sulla morte.Victoria Marinova Leggi tutto »

Pubblicato in Diritti e Doveri, Professione, Uncategorized | Commenti chiusi

E siamo ancora qui a chiedere un lavoro decente

>Oggi 7 ottobre è la giornata internazionale del lavoro “decente”. Così lo chiama l’Organizzazione mondiale del lavoro. All’inizio un po’ perplessa sull’aggettivazione, poi mi sono convinta che invece fosse il termine giusto. Un lavoro decente è quello in cui tutti i diritti fondamentali sono rispettati Leggi tutto »

Pubblicato in Lavoro, Professione | Commenti chiusi

Giornalisti aggrediti e pure diffamati: malavita 2.0

di Désirée Klain
CASERTA. Ancora minacce contro Mario De Michele, direttore del sito Campanianotizie.com. Il giornalista, originario di Cesa (Caserta) da sette anni si occupa di seguire le vicende amministrative e politiche di diversi comuni, tra cui Orta di Atella. Già l’anno scorso, tra marzo e maggio, si è trovato a dover sporgere denunce per atti intimidatori e minacce. L’ ultimo episodio, si è verificato lo scorso 2 luglio 2018, quando De Michele si è visto recapitare a casa una busta con 4 proiettili calibro 9×21. Il 31 maggio 2018, era già stato aggredito mentre, insieme ad un operatore video, stava facendo un servizio sulle elezioni comunali che si sono tenute il 10 giugno. Un vero e proprio clima di terrore quello si è cercato di creare attorno al direttore casertano da circa un anno. Dai danni all’auto, agli uomini mascherati con la pistola puntata sotto il balcone di casa.
Dalle aggressioni fisiche alle azioni diffamatorie. Perché quando non si riesce con la paura, si punta ad attaccare la credibilità del professionista. Così, in questi giorni (tra il 5 e il 6 agosto), Mario De Michele è stato protagonista di una vera propria campagna diffamatoria sui social. Leggi tutto »

Pubblicato in Lavoro, Professione, Senza categoria | Commenti chiusi
  • L’editoriale

  • News


    Visualizza tutte le news