L’attesa che fonda il mondo

Una donna italiana su quattro non ha figli e nell’ultima generazione di trentenni la percentuale sale vertiginosamente. Anziché indagare sulle cause è partita una ricolpevolizzazione delle donne. Affiancata dalla semplicistica e tutta politica affermazione “accogliamo gli immigrati perché loro sì che fanno figli”. Non è forse doveroso affrontare gli impedimenti sociali, di welfare, di modello familiare, di arretratezza culturale (maschile e non solo)…, e magari provare a rimuoverli? Poi ci sono, a traino o a rimorchio, gli ostacoli psichici: Leggi tutto »

Pubblicato in Pari Opportunità, Salute, Senza categoria | Commenti chiusi

1- Il prezzo della coerenza e l’Anomalia lombarda

Questo è il “cappellino” a quattro pezzi su quanto è avvenuto all’Ordine e quanto avverrà in Nuova Informazione. Il primo, qui sotto, di Beppe Ceccato. Come diceva quello della barzelletta sì abbiamo preso tanti schiaffoni, ma siamo rimasti in piedi. E dunque in cammino, con coerenza e dignità, merce rarissima, e pure pagata carissima, ma da dove ricominciare. Anzi proseguire. Le nostre porte sono da sempre aperte, tutto è visibile e argomentato, ma ora più che mai cammineremo con chi condivide i valori d’un’informazione sana e competente e la consapevolezza che il mondo del giornalismo è radicalmente cambiato, ma non sono cambiate le sue regole (autonomia dai poteri, libertà d’informare, pluralità e accesso alle fonti…) e pure i doveri. Un “mestiere” ormai atomizzato, che cresce fra blog e comunicatori e il cui peso cala nelle fortezze dei grandi quotidiani e dei gruppi radiotv. Va riconosciuto e difeso, anche con radicali modifiche e con una necessaria alleanza di intenti e di adeguamenti fra Ordine, Sindacato, Istituto previdenziale…
Ok, l’ho fatta lunga, ma serve a fare il punto su quanto è successo alle recenti elezioni dell’Ordine e sui diversi giudizi e scelte, che raccontiamo nei pezzi qui pubblicati. E quindi a condividere il nostro futuro, nuovo cammino. Breve “spiega” per orientarsi Leggi tutto »

Pubblicato in Diritti e Doveri, Senza categoria | Commenti chiusi

2 – Così è andata, colpi di scena inclusi

di Oreste Pivetta
Ovviamente questa cronachetta a proposito dei giorni e delle settimane recenti occupati dal voto per il rinnovo dei consigli regionale e nazionale dell’Ordine in Lombardia esprime un punto di vista personale. Una cronachetta, fatterelli così come li ho percepiti, un elenco disordinato di immaginette che mi sono rimaste in testa e che non pretendono di ergersi a commento, a cominciare dalla prima riunione alla quale mi è capitato di partecipare nell’ufficio di Paolo Perucchini. Si entrava con l’intesa che tutti avremmo sostenuto la ricandidatura alla presidenza del regionale di Gabriele Dossena, verso il comportamento del quale nessuno aveva manifestato la più pallida critica. Leggi tutto »

Pubblicato in Diritti e Doveri, Senza categoria | Commenti chiusi

3 – Chi eravamo e chi saremo

di Michele Urbano
“Nuova informazione” oggi, qual è la sua identità, il suo progetto fondante? Certo, l’immagine riflessa e consolidata (seppure soggetta a una progressiva erosione di consensi) è ancora quella di una corrente di “sinistra”. Definizione che non ha più quel netto e visibile marchio delle origini che al centro aveva una certa “purezza” professionale rispetto sia alla deontologia che ai diritti sindacali coniugati – ecco un’altra sua originalità – in funzione anche degli interessi del lettore. Il concetto era: una informazione “pulita” ossia senza condizionamenti economici o politici, come base indispensabile di una coscienza civica “pulita”. Cosa rimane oggi di quella vocazione progettuale? Onestamente non lo so più. E proprio per questo penso che per riprendere il filo di una discussione senza sconti bisogna cominciare da qui, dalla dolorosa ridefinizione di una “anima” che è, insieme, messa a punto di un progetto e ricerca di una nuova area di rappresentanza. Impresa, sia chiaro, che non ha un risultato prevedibile.
Qualche tempo fa sulla “lista” di Nuova informazione ci fu una discussione sul ruolo della pubblicità. Scoprii che non tutti erano favorevoli al principio di quella separatezza e riconoscibilità che pure in un (lontano) passato avevano visto la categoria con Nuova informazione in prima fila, impegnata in difficilissime lotte sindacali. Mi chiedo allora se in un ipotetico, futuro, manifesto programmatico di “Nuova informazione” (o come diavolo si vorrà chiamare) ci sarà posto Leggi tutto »

Pubblicato in Diritti e Doveri, Senza categoria | Commenti chiusi

4 – Un risultato che può favorire una svolta

di Saverio Paffumi
Considero una vittoria per certi versi storica l’elezione di Alessandro Galimberti alla carica di Presidente Regionale dell’Ordine dei giornalisti. Non solo: credo che quanto è successo a Milano alle ultime elezioni sia un’occasione preziosa, da non perdere, per imprimere una svolta alle relazioni interne al sindacato in Lombardia e – per il peso che la nostra regione ha – nella stessa FNSI. Cercherò ora di spiegare le ragioni di questa mia convinzione. Premetto che, come tutti i candidati di Nuova Informazione, sostenevo la candidatura di Gabriele Dossena. Non c’è dubbio che al primo turno Nuova Informazione abbia subito una sconfitta, nel mio caso anche personale. Leggi tutto »

Pubblicato in Diritti e Doveri, Senza categoria | Commenti chiusi

Riscattabile anche il praticantato svolto nelle Scuole

Finalmente. I ministeri hanno approvato anche le ultime misure Inpgi e così la riforma del nostro sistema previdenziale è compiuta. Ci sono voluti altri otto mesi, quasi come per un bambino, ma come si suol dire quel che conta è il risultato. Ossia: il praticantato potrà venire riscattato, ovunque lo si sia svolto, quindi anche nelle scuole di giornalismo riconosciute; è stato attualizzato il sistema di calcolo dei riscatti pensionistici per i contributi post primo gennaio di quest’anno; scompare anche dal nostro regolamento la norma abrogata nella cosiddetta Legge Fornero.
Per pignoleria, ecco il testo esatto del comunicato INPGI di oggi: Leggi tutto »

Pubblicato in Lavoro, Senza categoria, Soldi e Salute | Commenti chiusi

Fra dieci giorni ricordiamo Ibio

in memoria di Ibio Paolucci 27 ott Dario VenegoniIl 27 ottobre a partire dalle cinque del pomeriggio, presso la sede dell’Aned, l’associazione che ha per presidente nazionale Dario Venegoni, si terrà un ricordo – la parola “commemorazione” mi suona male, scusate… – del collega amico e compagno Ibio Paolucci.
Per inciso Ibio era anche direttore della rivista “Triangolo rosso” edita giustappunto dall’Aned ( = Associazione nazionale ex deportati nei campi nazisti) che l’aveva così ricordato: http://www.deportati.it/news/scomparso-milano-91-anni-ibio-paolucci/
Ci si vede in via Dogana 3?

Pubblicato in Lavoro, Senza categoria, Società | Commenti chiusi

3 – Che fare? Invece perché no

Al ballottaggio per Gegia Celotti e Luisella Seveso, ma senza compromessi in nome di “interessi superiori”.
Quando hai perso come abbiamo perso noi al secondo turno del voto ordinistico succedono alcune cose: chi ti ha votato si demotiva a tornare per il ballottaggio, chi va al ballottaggio vuole i tuoi voti. Se tu dai cento voti a chi ti sta davanti, e lui ti da cento voti, tu resti comunque dietro. In estrema sintesi si può dire che la proposta che ci è stata fatta Leggi tutto »

Pubblicato in Diritti e Doveri, Senza categoria | Commenti chiusi

2 – Che fare? Perchè sì, l’appello

Questo l’appello “trasversale” che alcuni colleghi di Nuova Informazione stanno sottoscrivendo insieme a colleghi che pur non appartenendo alle componenti di Senza Bavaglio, Francesco Abruzzo e Unità Sindacale, hanno deciso di sostenere la candidatura di Alessandro Galimberti. La raccolta delle firme è iniziata nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 6 ottobre. Leggi tutto »

Pubblicato in Diritti e Doveri, Senza categoria | Commenti chiusi

Che fare? Il nostro dibattito sul voto all’Ordine

Convivere negli enti di categoria è sempre difficile. Stavolta, per le prime elezioni dell’Ordine dopo l’avvio della riforma, sembrava si fosse trovato un buon equilibrio. Nuova Informazione aveva proposto una lista tra le aree di maggioranza favorevoli alla riforma, che non la avessero ostacolata o che ne accettassero pienamente le conseguenze. E quindi un impegno per arrivare finalmente alla via unica di accesso, universitaria, per ripulire finalmente gli elenchi dell’albo da chi non fa o non ha mai fatto il giornalista, per dare sempre più dignità alla formazione, per ottenere che finalmente l’Ordine Nazionale lavori insieme agli altri Enti e la categoria non si debba presentare divisa di fronte al Governo e al Parlamento.
E ovviamente si era parlato anche di nomi, con la proposta Leggi tutto »

Pubblicato in Diritti e Doveri, Senza categoria | Commenti chiusi
  • L’editoriale

  • News


    Visualizza tutte le news